Salta al contenuto

Mercoledì 16 Giugno 2021

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

CAGLIARI INCLUSIVA

Servizi a bassa soglia

I servizi a bassa soglia sono principalmente dedicati ai soggetti senza fissa dimora o con estrema fragilità sociale. Sono caratterizzati dalla massima accessibilità, dall’approccio non di tipo terapeutico ma di presa in carico dei soggetti per accompagnarli verso servizi specializzati ed individualizzati secondo un modello di rapporto informale.    

I servizi saranno integrati grazie ad un lavoro di rete tra le diverse tipologie come quelli socio-sanitari, per facilitare la risposta a bisogni più specifici manifestati dall'utenza.  La  multidisciplinarità dell'equipe, composta da figure professionali diverse (operatori socio-sanitari, educatori, psicologi, operatori pari, cioè appartenenti al target cui è rivolto il servizio) garantisce la personalizzazione dell’intervento.  

Si elaboreranno progetti esecutivi per la realizzazione di servizi a bassa soglia  capaci di dare una risposta ai bisogni delle persone che si trovano in stato di grave difficoltà ed in condizione di emarginazione, sensibilizzando e facendo appello al senso di responsabilità e solidarietà della società ed operando in funzione sussidiaria per l’integrazione civile e sociale.   I diversi servizi sono da porre in relazione al tipo di disagio e il target dei senza fissa dimora fino ad altri soggetti in stato di devianza sociale. 

I servizi possono comprendere centri di accoglienza per senza tetto (dormitori), strutture di prima accoglienza, ostelli, villaggi nomadi.  Queste strutture non saranno gestite direttamente dall’Amministrazione con proprio personale dipendente, ma da associazioni e cooperative con cui il Comune di Cagliari è convenzionato, tali soggetti operano nel territorio ed hanno maturato le seguenti caratteristiche:

  • radicamento nel territorio nello svolgimento delle attività assistenziali;
  • organizzazione capillare sul territorio;
  • immediatezza degli interventi;
  • conoscenza ed esperienza ad ampio raggio di problematiche relative ai bisogni primari riguardanti tipologie di disagio sociale e psico fisico;
  • motivazione dei volontari e loro disponibilità alla collaborazione con l'Ente Locale.
Rightbar